Richiedere un risarcimento alle compagnie aeree - Blog viaggi con consigli, itinerari e guide per viaggiare low cost - il Vagamondo

Cerca nel sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

Richiedere un risarcimento alle compagnie aeree

Pubblicato da il Vagamondo in Viaggi Europa · 13/2/2018 14:35:00
Tags: voliritardovolicancellatioverbooking
by il Vagamondo / blog / 13 feb 2018

Foto ritardo volo

Come richiedere un risarcimento per voli in ritardo, cancellati, in overbooking o se il bagaglio si è smarrito o si è danneggiato.

Tutti i passeggeri delle compagnie aeree hanno diritto a un risarcimento per ritardi, cancellazioni o negato imbarco sui voli, anche se la maggior parte delle persone non fa nessun reclamo. Le ragioni sono principalmente l'ignoranza di questo diritto o pensare che il reclamo comporti un noioso processo di cause legali. Spesso, in molti, prima di iniziare qualsiasi azione legale con le compagnie aeree, va direttamente al centro sinistri della compagnia aerea, dichiarando l'incidente e chiedendo un risarcimento, e di solito, però c’è negato il riconoscimento di tale indennizzo. Un atteggiamento vergognoso e illegale di negare i nostri diritti al solo scopo di non pagare ciò che era loro dovuto e di scoraggiarci dal contenzioso.
La legge europea che riguarda i diritti dei viaggiatori aerei è il Regolamento (EC) No 261/2004 del Parlamento e del Consiglio Europeo dell'11 febbraio 2014. E' una legge Europea che obbliga le compagnie aeree a risarcire i passeggeri nel caso di voli in ritardo, cancellati, e in situazioni in cui è stato negato l'imbarco. I passeggeri di voli Europei che ne hanno diritto, ai sensi dell'EC 261, devono essere risarciti fino a un massimo di 600€ per voli in ritardo di più di tre ore.
La legge impone alle compagnie aeree di concedere un risarcimento diretto e automatico se, a causa di cause imputabili alla compagnia aerea, arrivi a destinazione con più di tre ore di ritardo e, a parte, devono risarcire i danni se questo ritardo implica la perdita di altri collegamenti aerei, marittimi o terrestri, e il pagamento di alberghi e altri compensi per i danni che ci sono stati arrecati. Quest’obbligo di risarcimento prescrive dopo tre anni.
È importante tenere presente che il ritardo deve essere responsabilità della compagnia aerea. Se è dovuto al maltempo o ad altre cause non imputabili alla compagnia aerea, non c'è alcun diritto al risarcimento.

Qual è il modo migliore per presentare un reclamo?

Esistono diverse applicazioni che ti consentono di eseguire un reclamo. Per comodità e semplicità della procedura vi suggerisco AirHelp, semplice, veloce e compatibile con iOS e Android. Devi semplicemente aprire un profilo sulla piattaforma web inserendo la tua email e una volta registrato, viene creato un profilo in cui è possibile visualizzare una mappa interattiva con tutti i voli effettuati.

AirHelp

All'interno del pannello t’informano di com’è andato il volo e se hai diritto al risarcimento. Nel caso in cui hai diritto a un risarcimento, devi solo autorizzare AirHelp a presentare il reclamo a tuo nome e aspettarti che l’accredito del denaro arrivi sul tuo conto corrente. Tutto qui!



Ti è stato utile questo articolo? Condividilo con i tuoi amici o lascia un commento. Grazie.






Torna ai contenuti | Torna al menu