Weekend a Venezia: la città che si specchia nell'acqua - il Vagamondo

Cerca nel sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

Weekend a Venezia: la città che si specchia nell'acqua

by il Vagamondo / Veneto / città d'arte / 20 nov 2016

foto Venezia

Venezia è una delle poche città al mondo, dove sembra di essere sospesi tra la realtà e l'immaginario. Se avete anche uno o due giorni liberi, andate a Venezia, una breve vacanza vi sembrerà un’eternità.

Venezia è un'opera d'arte, un grande museo a cielo aperto con edifici storici e luoghi idilliaci, inoltre potrete ammirare alcuni famosi dipinti nei musei o nelle gallerie e di fare un bel giro in traghetto lungo il Canal Grande.
La "città dei ponti", com’è comunemente chiamata, tra un calle e l'altro, un canale piccolo e uno grande, la città lentamente si scopre al visitatore: l'unica città pedonale del mondo è, infatti, facilmente percorribile a piedi e l'assenza di automobili rende l'esperienza particolarmente gradevole. I vaporetti sono generalmente il modo migliore per muoversi e sono più economici rispetto ai taxi d'acqua privati. Se si desidera una romantica gita lungo i canali, la gondola diventa ovviamente un'esperienza da non perdere.
Da vedere assolutamente: Piazza San Marco, il grande piazzale su cui sorge l’omonima Basilica, il Palazzo Ducale e l’annesso Ponte dei Sospiri, costruito in pietra d'Istria, in stile barocco, il Ponte di Rialto, sul Canal Grande e il Ponte della Costituzione, ideato e costruito dall’architetto spagnolo Santiago Calatrava e la Basilica dei Frari, dove riposano Antonio Canova e Tiziano, molti dogi e condottieri, senza dimenticare di ammirare l’Assunta di Tiziano, l’opera più importante della chiesa insieme alla Pala Pesaro, sempre dello stesso pittore.
Una giornata dovrà necessariamente essere dedicata alle Gallerie dell'Accademia, complesso che unisce la Chiesa di Santa Maria della Carità, il Convento dei Canonici Lateranensi e la Scuola Grande di Santa Maria della Carità, dove troverete le opere dei più importanti artisti dal Trecento bizantino e gotico agli artisti del Rinascimento: Bellini, Carpaccio, Giorgione, Veronese, Tintoretto, Tiziano, Tiepolo, Canaletto, Mantegna e Piero della Francesco. Nel museo, inoltre, è ospitato uno dei pezzi forti di Leonardo da Vinci, l’Uomo Vitruviano, che però è esposto solo in particolari occasioni perché la luce scolorirebbe l’inchiostro.
Il percorso dei musei continua con la visita del Museo Peggy Guggenheim che ospita la collezione dedicata all’arte europea e americana della prima metà del 1900. In questo museo troverete i capolavori dei più importanti ed affascinanti artisti del periodo: Pollock, de Chirico, Picasso, Kandinsky, Brancusi e Duchamp. E ancora, non perdete di ammirare la Chiesa che custodisce i resti mortali del santo e la Scuola Grande di San Rocco, nata come sede di una confraternita di veneziani benestanti dediti a opere benefiche e che prende il nome da San Rocco, il santo cui si votò la città di Venezia per chiedere la grazia durante la prima delle tre grandi epidemie di peste, quella del XIV secolo. Nel 1564 la Confraternita affida a Tintoretto il compito di decorare la Scuola, e in ventiquattro anni, insieme ai suoi allievi, realizzano numerose grandi tele che raccontano episodi biblici e della vita di Cristo, in un percorso pittorico eccezionale per la grandezza e per il numero delle opere dipinte. Infine, meritevole di una visita, le tre affascinanti isole di Murano, Burano e Torcello.
Per un buon pasto veneziano, una delle portate più tipiche del menù è sicuramente il celeberrimo risi e bisi, un risotto con piselli, mangiato dai Dogi il 25 aprile, in onore del Santo patrono della città. Molto buoni anche gli spaghetti con le vongole, o cucinati con il nero di seppia, con pesce rigorosamente locale. Ottimi anche il fegato alla veneziana: fegato di vitello cotto con cipolle bianche, olio extravergine d'oliva e un goccio di vino bianco verso fine cottura e la pasta e fagioli.
Venezia è visitata ogni anno da quasi venti milioni di turisti, ma la maggior parte non si ferma a dormire in laguna ma fugge dopo poche ore. Nonostante questo turismo che non occupa camere, a Venezia può essere difficile trovare un posto per dormire, soprattutto a primavera e durante il Carnevale. Gli hotel e i bed and breakfast in laguna sono estremamente cari, mentre quelli più economici si trovano a Mestre, perfettamente collegata a Venezia, e rappresenta la soluzione meno romantica ma di certo la più conveniente.



Buon weekend a Venezia!




PHOTOGALLERY
Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici o lascia un commento. Grazie.
potrebbe interessarti anche
Siena9
La visita di Siena non può che iniziare da Piazza del Campo che è considerata una delle più belle piazze al mondo, con la sua caratteristica forma a conchiglia, impreziosita dalla Fonte

by il Vagamondo / Toscana / città d'arte / 20 giu 2017
Firenze9
La visita di Firenze non può che iniziare dalla Cattedrale di Santa Maria del Fiore, con la maestosa cupola che, ai tempi del Granducato, si diceva che con la sua ombra arrivasse a coprire

by il Vagamondo / Toscana / città d'arte / 27 gen 2017
Roma città eterna! Da secoli una delle città più importanti e conosciute del mondo. Città di passioni, capitale d'Italia e cuore geografico della nazione. Tutte le strade portano a Roma, dice un proverbio popolare, “Roma caput
by il Vagamondo / Lazio / guide viaggi / 18 nov 2016
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu